Attività didattica: Insegnamenti teorici
Tipologia: cod. MIUR A: Insegnamento teorico di base: discipline non cliniche – B: Insegnamento teorico di base: discipline cliniche – C.1: Insegnamento caratterizzante (attività didattiche di tipo clinico di indirizzo) lezioni solo teoriche
Ore: 96 / anno
Anno: I-II-III-IV
Docenti: Paolo Fausto Barcucci, Riccardo Bernardini, Wilma Bosio Blotto, Eugenio Calvi, Stefania Cristofanelli, Alessandro Defilippi, Carlo Della Pepa, Giulio Gasca, Maurizio Gasseau, Franco Freilone, Mario Fulcheri, Gianfranco Pastore, Leandra Perrotta, Claudia Piccardo, Gian Piero Quaglino, Wilma Scategni, Angela Sordano, Ferruccio Vigna
Responsabile di Area: Riccardo Bernardini [riccardo.bernardini@ipap-jung.eu]
I ANNO

L’obiettivo formativo generale del I anno di studi è finalizzato all’acquisizione dei fondamenti teorici e pratici della Psicologia Analitica e della Psicoterapia a orientamento junghiano, con riferimento sia al setting clinico individuale sia a quello di gruppo. Gli specifici obiettivi di apprendimento riguardano: gli elementi di Psicologia generale, di Psicopatologia e di Storia della Psicoterapia indispensabili per il corretto inquadramento della prospettiva junghiana; i principali contenuti concettuali che costituiscono lo specifico ambito del pensiero junghiano, con riferimento sia all’individuo sia al gruppo.

II ANNO

L’obiettivo formativo generale del II anno di studi è finalizzato al consolidamento dei fondamenti teorici e pratici della Psicologia Analitica e della Psicoterapia a orientamento junghiano, con riferimento sia al setting clinico individuale sia a quello di gruppo. Gli specifici obiettivi di apprendimento riguardano: gli elementi di Psichiatria e di Psicodiagnostica che completano il quadro delle conoscenze disciplinari entro cui si colloca la prospettiva junghiana; i principali contenuti concettuali della teoria e della clinica junghiana, con specifica declinazione rispetto ai setting individuale e di gruppo.

  • Elementi di psicodiagnostica (Franco Freilone; 16 ore) [cod. MIUR B.3: Insegnamento di base (discipline cliniche) in Diagnostica clinica]
  • Psichiatria e psicoterapia (Gianfranco Pastore; 16 ore) [cod. MIUR B.1: Insegnamento di base (discipline cliniche) in Psichiatria]
  • Fondamenti del pensiero junghiano II: simboli e archetipi (Gian Piero Quaglino; 16 ore) [cod. MIUR C.1: Insegnamento caratterizzante (attività didattiche di tipo clinico di indirizzo) lezioni solo teoriche: Approfondimento specifico dell’indirizzo metodologico e teorico-culturale seguito dall’istituto]
  • Analisi e interpretazione del sogno (Gian Piero Quaglino; 16 ore) [cod. MIUR C.1: Insegnamento caratterizzante (attività didattiche di tipo clinico di indirizzo) lezioni solo teoriche: Approfondimento specifico dell’indirizzo metodologico e teorico-culturale seguito dall’istituto]
  • Fondamenti di clinica junghiana II: setting, transfert e controtransfert (Ferruccio Vigna; 16 ore) [cod. MIUR C.1: Insegnamento caratterizzante (attività didattiche di tipo clinico di indirizzo) lezioni solo teoriche: Approfondimento specifico dell’indirizzo metodologico e teorico-culturale seguito dall’istituto]
  • Fondamenti di psicodramma II: psicodramma junghiano (Maurizio Gasseau; 16 ore) [cod. MIUR C.1: Insegnamento caratterizzante (attività didattiche di tipo clinico di indirizzo) lezioni solo teoriche: Approfondimento specifico dell’indirizzo metodologico e teorico-culturale seguito dall’istituto]
III ANNO

L’obiettivo formativo generale del III anno di studi è finalizzato all’approfondimento delle conoscenze teoriche e pratiche della Psicologia Analitica e della Psicoterapia a orientamento junghiano, con particolare riferimento all’età evolutiva. Gli specifici obiettivi di apprendimento riguardano: gli elementi di Psicologia dello sviluppo e di Psicopatologia dell’infanzia e dell’adolescenza che definiscono l’ambito di conoscenze più generale entro cui si colloca la prospettiva junghiana; i principali contenuti concettuali della Psicologia Analitica dell’età evolutiva, nel contesto delle applicazioni cliniche in setting individuale e di gruppo; ulteriori approfondimenti di conoscenze nell’ambito della Psicofarmacologia e della Deontologia professionale.

IV ANNO

L’obiettivo formativo generale del IV anno di studi è finalizzato all’approfondimento delle nuove prospettive e linee di sviluppo della Psicologia Analitica e della Psicoterapia a orientamento junghiano. Gli specifici obiettivi di apprendimento riguardano: le nuove conoscenze, da un lato, nell’ambito delle Neuroscienze e, dall’altro, nell’ambito delle nuove espressioni della patologia, con particolare riferimento al tema delle dipendenze e delle co-morbilità; il completamento dei contenuti concettuali della Psicologia Analitica, con particolare riferimento alle tecniche diagnostiche riferite alla teoria tipologica e alle metodologie cliniche fondate sull’utilizzo dell’immaginazione; specifiche conoscenze nell’ambito della Psicodinamica dei gruppi, dei contesti organizzativi e istituzionali, sullo sfondo della Psicologia Analitica, e delle trasformazioni del lavoro psicoterapeutico nell’era del digitale e nel setting a distanza.

(*) Attività formativa afferente agli Insegnamenti teorico-clinici, cod. MIUR C.2.